La signorina Julie. Un omaggio ad August Strindberg

DSCN7146 - Copia

Il viaggiatore:           – Posso sedermi accanto a lei, signora?

La viaggiatrice:        – Signorina! Signorina Julie. La prego, si accomodi.

– Anche lei da Dalarö scende a Stoccolma?

– No, io rimango qui. Oggi è la notte di  San Giovanni e attendo August.  Han kom som ett yrväder en aprilafton och hade ett höganäskrus i en svångrem runt halsen.

– Come ha detto, prego?

– Le parole di August… non le ha comprese? Le trova scritte qui, in alto, alla sinistra del mio viso, sulla cartina appena sopra Dalarö.

– Ma…  lei… sta parlando di August Strindberg! Dunque lei è la signorina Julie. Io… io… l’ho amata tanto… sono emozionato,  confuso… io… non la immaginavo così. Sa che è veramente strana, lei? (1)  

– Strana perché ho acini al posto di occhi, iride, pupille, naso a polpa d’uva e vinaccioli, bocca di salsiccia, capelli di raspi, racimoli e pedicelli adornati da quel fiore che August mi ha donato come pegno d’amore?

– Mi perdoni. Non intendevo offenderla.

– Strana… può darsi, ma lo siete anche voi!… Tutto è strano, del resto: la vita, gli uomini, tutto!… È come il fango che se ne va alla deriva sull’acqua, sinché cola a fondo e sparisce. Ho sognato, talvolta, una cosa che adesso mi torna in mente… Ho sognato di trovarmi appollaiata sulla cima d’una colonna senza sapere come fare per discenderne; anche perché, guardando in basso, mi girava la testa. Tuttavia dovevo scenderne, ma mi mancava il coraggio di buttarmi giù. Non avevo nulla cui aggrapparmi e mi auguravo di cadere, ma non cadevo. Sentivo tuttavia di non poter aver pace se non quando fossi in basso; di non poter avere alcun riposo finché non fossi a terra. Ma poi, una volta in basso, avrei voluto sprofondare sotto terra! Avete mai provato qualcosa di simile?

– No, a volte io sogno di trovarmi sotto un albero alto in una foresta oscura…

– Le sue parole sono le stesse che Strindberg fa dire a Jean, quando risponde al mio sogno con il suo sogno…

– Ma… signorina Julie… August Strindberg arriverà? Ne è sicura?

– Certo che arriverà. August non si smentisce mai, è perennemente in ritardo. Ma mi adora. Mi ha creata lui, con le sue parole mi ha donato la vita. Ogni anno ci ritroviamo qui, su questo battello dondolante sogni, amore e passioni. Lui mi divora.

– La divora con gli occhi! Comprendo la vostra passione…

– No, no! Lui mi divora davvero! Gustando i miei occhi, capelli, naso, bocca e le mie guance esangui rinsangua il suo corpo come un novello Dracula. E quando non rimane più nulla di me, né colori, né odori, né sapori August si dispera e così mi ricrea. Ogni volta diversa. Ogni volta la signorina Julie rinasce nelle mani del suo Pigmalione. Per questo mi ama. Mi forgia a suo piacimento, mi plasma, mi anima, mi rinnova, mi dona l’ardore focoso della passione. Per questo dura il nostro amore. Sono sempre una sorpresa. Mai una routine. Lo sa cosa uccide l’amore? La routine di baciare la stessa bocca, di guardare gli stessi occhi, di assaporare lo stesso gusto, di odorare lo stesso profumo. Mi ricrea per sbranarmi divorato dal suo delirio amoroso.

– Invidio il vostro amore carnale, passionale, saporito, divorante. Adoro i tuoi occhi Julie di uva spina che profuma già di vino, i tuoi capelli gustosi di salmoni  e aringhe affumicate, la tua morbida bocca, le tue labbra appetitose e piccanti da rosicchiare lentamente… lecco le tue guance che profumano di bacche, mirtilli, ribes, fragoline di bosco, sambuco, lamponi… divoro il tuo sorriso, il tuo profumo, divoro la tua passione… Al diavolo August! Un ritardo fatale.

Addio Julie.

Rinascerai forgiata dalle mie parole e tra le mie mani gusterai il mio amore.

 

(1) Tutte le parole in corsivo nel testo sono tratte da “La signorina Julie” di August Strindberg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...